Moneta:

 

Valle del Rodano settentrionale

credit: http://mckenzienewsservice.com/

La Valle del Rodano: cenni generali.

La Valle del Rodano deve il suo nome all'omonimo fiume che nasce sulle Alpi Svizzere prima di entrare nel territorio francese e quindi sfociare nel mare Mediterraneo nei pressi della città di Marsiglia. Per molto tempo è rimasta “schiacciata” dalla notorietà della vicina Borgogna e dalla regione di Bordeaux.

Il successo dei vini della Valle del Rodano inizia verso la fine degli anni ‘80 quando si scoprì che la regione era in realtà capace di offrire prodotti di notevole livello qualitativo, tanto da competere senza timore con i vini blasonati dei suoi nobili “avversari” (e con prezzi decisamente più contenuti). L'area vitivinicola della Valle del Rodano è riconosciuta dal sistema di qualità Francese come AOC ed è famosa soprattutto per i suoi vini rossi.

Fra le uve a bacca rossa ricordiamo Calitor, Carignan, Cinsaut, Counoise, Grenache Noir, Mourvèdre, Muscardin, Syrah, Terret Noir e Vaccarèse. Fra le uve a bacca bianca le più importanti sono Bourboulenc, Clairette, Grenache Blanc, Marsanne, Muscat Blanc à Petits Grains, Picardan, Picpoul, Roussanne, Ugni Blanc e Viognier.

La regione è suddivisa in due parti, la Valle del Rodano Settentrionale e la Valle del Rodano Meridionale, divise idealmente da una fascia di territorio di circa 50 chilometri dove praticamente non si coltiva la vite. Delle due aree quella settentrionale è sicuramente la più celebre a livello qualitativo nonostante rappresenti solo il 10% dell’intera produzione.

Raffigurazione della Valle del Rodano

La Valle del Rodano Settentrionale

Fatta eccezione per le denominazioni Condrieu e Château-Grillet, le uniche in cui si producono esclusivamente vini bianchi, la produzione riguarda prevalentemente vini rossi.

Il clima è caratterizzato da inverni freddi ed estati calde e un fattore cruciale è rappresentato dal vento del Mistral che asciuga le uve impedendo la formazione di muffe (talvolta questo vento soffia così impetuoso da diventare dannoso per i vigneti). 

Le denominazioni più importanti

Côte-Rôtie

La Côte-Rôtie (letteralmente “costa arrostita”) è certamente una delle zone più rappresentative di tutta la Valle del Rodano e qui si producono esclusivamente vini rossi da uve Syrah in purezza, particolarmente celebri per i loro intensi aromi di pepe nero. I migliori vigneti della Côte-Rôtie sono coltivati su ripide coste collinari con un'inclinazione che può raggiungere anche i 60° e con esposizione a sud (i vigneti sono costantemente esposti alla luce del sole, fattore determinante per la maturazione sana delle uve Syrah). All'interno della Côte-Rôtie si trovano due celebri  sottozone di produzione:

 - la Côte Brune con vini generalmente più tannici e robusti

 - la Côte Blonde con vini più eleganti e raffinati

I vini prodotti in queste due aree riportano generalmente in etichetta la costa di provenienza.

Una curiosità: Nonostante i vini della Côte-Rôtie siano tutti rossi, il disciplinare di produzione prevede l'impiego di un'uva a bacca bianca - il Viognier - con una quota massima del 20%. Tuttavia la gran parte dei produttori raramente utilizza una quantità superiore al 5%. Il Viognier aggiunge aromi esotici al Syrah e contribuisce inoltre ad ammorbidire certi tratti ruvidi di quest'uva. 

Condrieu & Château-Grillet

Condrieu è a livello mondiale la patria indiscussa dell'uva Viognier. L'area vinicola di Condrieu si trova nella parte più a nord della Valle del Rodano Settentrionale e al suo interno è circoscritta la più piccola delle aree AOC con appena 3,4 ettari di superficie: Château-Grillet.

Questa piccola denominazione appartiene di fatto all'omonimo produttore famoso in tutto il mondo per la classe e l'eleganza dei suoi vini bianchi prodotti con uve Viognier in purezza.

La produzione di Condrieu riguarda esclusivamente vini bianchi caratterizzati da aromi di frutta esotica, fiori e frutta matura.

Saint-Joseph

Saint-Joseph è un'area piuttosto vasta che si trova sulla riva sinistra del fiume Rodano. Questa denominazione fu riconosciuta nel 1956 e a quei tempi la reputazione dei suoi vini era piuttosto elevata. Oggi il territorio di Saint-Joseph AOC è la denominazione più vasta della Valle del Rodano Settentrionale. Questa espansione ha avuto influssi anche sulla qualità dei vini con il risultato di una produzione piuttosto varia, da vini quasi anonimi fino a vini robusti. I vini rossi sono prodotti con Syrah  (ai quali è permessa una piccola quantità di uve bianche) mentre i vini bianchi sono prodotti con uve Marsanne e Roussanne.

Hermitage

L'altro protagonista dei vini rossi della Valle del Rodano Settentrionale è certamente Hermitage. Come per la Côte-Rôtie, i migliori vigneti di questa zona sono coltivati sulle pareti collinari esposte a sud. L’uva utilizzata per i vini rossi è il Syrah, capace di produrre nelle migliori annate vini robusti con aromi complessi e ricchi. Il disciplinare prevede per i vini rossi l'impiego delle uve bianche Marsanne e Roussanne fino a una percentuale del 15% ma sono sempre più i produttori che preferiscono vinificare il Syrah in purezza (come in Borgogna si preferisce vinificare separatamente le uve provenienti dai diversi appezzamenti per esaltarne le peculiarità organolettiche).

In questa zona si produce anche vino bianco da uve Marsanne, responsabili della struttura, e Roussanne, responsabili degli aromi eleganti.

Crozes-Hermitage

Ai piedi della collina di Hermitage si trova l'area vinicola di Crozes-Hermitage in cui si producono vini rossi e bianchi con le stesse uve utilizzate per Hermitage. I vini di Crozes-Hermitage perdono in carattere e potenza, tuttavia non mancano produzioni interessanti. 

Cornas

La sua estensione è molto ridotta e si producono esclusivamente vini rossi da uve Syrah piuttosto robusti e con aromi complessi. Il segreto per apprezzare i vini di Cornas è il tempo dato che necessitano di periodi di affinamento compresi fra i 7 e i 10 anni prima di raggiungere il loro apice evolutivo (l’invecchiamento li rende molto eleganti, soprattutto negli aromi).

La regione è suddivisa in due parti, la Valle del Rodano Settentrionale e la Valle del Rodano Meridionale. Delle due aree quella settentrionale è sicuramente la più celebre a livello qualitativo nonostante rappresenti solo il 10% dell’intera produzione.
Le denominazioni più significative della Valle del Rodano settentrionale sono Côte-Rôtie e Hermitage, famose in tutto il mondo per la produzione di straordinari vini rossi da uve Syrah.

Photo credits: http://mckenzienewsservice.com/ - http://vinocibo.it/

Contattaci

  •  

    Via Matteotti n.15,

    26013 Crema (CR), Italia

  •  

    (+39) 320 328 1994

    (+39) 338 541 7999

  •  

    info@winecalling.com

Pagamenti

x

Questo sito internet utilizza i file cookie. Continuando ad utilizzare questo sito internet acconsentite ad utilizzare i nostri file cookie. Più informazioni